Le conseguenze della caduta del rublo sulla spesa del turismo russo in UK

Gli alberghi e gli esercizi commerciali del Regno Unito hanno visto calare drasticamente le proprie entrate in seguito alla svalutazione del Rublo nella misura del 28%. Secondo gli esperti analisti che hanno preso in esame il fenomeno, la caduta del Rublo è un chiaro segnale della diminuzione della capacità dei ricchi russi di viaggiare e spendere: una caduta pari al 50% della moneta nazionale significa infatti spendere in territorio straniero il doppio rispetto che in precedenza. La perdita per il territorio inglese è stata in parte colmata dalla crescente presenza di turismo proveniente da Hong Kong, aumentato del 9% rispetto all’anno precedente. Si tratta comunque di una perdita considerevole, tenuto conto del fatto che i russi rappresentavano una delle principali entrate legate al turismo tra tutti i territori extracomunitari, mentre ora si collocano ben oltre la top ten. Nonostante il fatto che i visitatori extra Unione Europea abbiano la possibilità di richiedere, per ogni importo superiore alle 30 Sterline, il rimborso dell’IVA semplicemente compilando un modulo, tra il 2013 e il 2014 la spesa complessiva è diminuita del 3%, anche se nel mese di dicembre si è registrata una crescita record dell’11%. Anche il turismo cinese, nello stesso mese di dicembre, è cresciuto del 20%, motivo per cui c’è la possibilità di evitare la tassa di lusso anche per loro, i quali rappresentano una risorsa molto importante per il Paese. Il Regno Unito rimane quindi un territorio molto interessante per clienti di ogni tipo e VisitBritain, ente incaricato della promozione turistica del Paese, prevede che avverrà un recupero pari al 4.5% della spesa, corrispondenti a circa 22.2 miliardi di sterline. Anche il rafforzamento della sterlina potrebbe frenare la crescita del Paese ma le agevolazioni nell’accesso per i ricchi visitatori cinesi dovrebbe mantener la situazione generale sostanzialmente inalterata.

Le conseguenze della caduta del rublo sulla spesa del turismo russo in UKultima modifica: 2015-02-02T15:56:19+00:00da fernandoduchene
Reposta per primo quest’articolo